Direkt zur Globalen Navigation [(Umschalt +)Alt + 1] Direkt zur Volltextsuche [(Umschalt +)Alt + 3] Direkt zum Memberbereich/Login [(Umschalt +)Alt + 4] Direkt zum Inhalt [(Umschalt +)Alt + 5]
ArgeAlp
Hintergrundmotiv

“informazioni su scopi, membri, conferenze dei capi di govereno, presidente e ufficio di presidenza, comitato direttivo, gruppi di progetto, assunzione dei costi e segreteria”

Statuto della communità di lavoro dell'ARGE ALP

STATUTO DELLA COMUNITÀ DI LAVORO DELLE REGIONI ALPINE - ARGE ALP

(fondata a Mösern/Tirolo il 12 ottobre 1972)

I.Scopo della Comunità di lavoro

1. La Comunità di Lavoro ha lo scopo di affrontare, collaborando a livello transfrontaliero nell'ambito delle proprie competenze e con un minimo di istituzionalizzazione, esigenze comuni ai membri e di sostenerle nei confronti dei rispettivi governi centrali/federali e di organismi interregionali e internazionali, di consolidare la coscienza della comune responsabilità nei confronti dell'ambiente alpino, di promuovere i contatti fra le popolazioni e i cittadini, di rafforzare la posizione dei Länder, Regioni, Province e Cantoni e di contribuire all'integrazione europea.

2. Aree prioritarie di interesse comune sono soprattutto: sviluppo sostenibile, assetto del territorio, politiche regionali, servizi pubblici primari, grandi infrastrutture e trasporti, agricoltura di montagna e cultura dell’ambiente alpino.

II. Membri

1. Della Comunità fanno parte i seguenti membri: il Libero Stati di Baviera, la Provincia Autonoma di Bolzano, il Cantone dei Grigioni, la Regione Lombardia, il Land Salisburgo, il Cantone San Gallo, il Canton Ticino, il Land Tirolo, la Provincia Autonoma di Trento e il Land Vorarlberg.

2. Länder, Cantoni, Regioni Province e organismi interregionali e internazionali che sono direttamente interessati alle tematiche trattate possono essere accolti nella Comunità in qualità di osservatori con voto consultivo.

III. Conferenza dei Capi di Governo

1. La Conferenza dei Capi di Governo discute sulle esigenze e obiettivi comuni, fissa annualmente un programma di lavoro che stabilisce i temi prioritari dell’attività, gli obiettivi concreti e le misure da adottare, approva raccomandazioni dirette ai membri e risoluzioni dirette ai Governi federali e centrali, agli organismi interregionali e internazionali.

2. La Conferenza dei Capi di Governo fissa nell'ambito di un programma finanziario annuale il quadro dei costi per l'attività della Comunità di lavoro; le deliberazioni devono pertanto contenere una dettagliata indicazione dei relativi costi.

3. La Conferenza dei Capi di Governo si tiene una volta all'anno nel paese membro il cui Capo di Governo detiene la Presidenza della Comunità. Su richiesta di un terzo dei membri si tiene una Conferenza straordinaria dei Capi i Governo. Alla Conferenza dei Capi di Governo possono partecipare fino a due membri del Governo di ciascun paese membro e, se necessario, degli esperti.

4. Le deliberazioni della Conferenza dei Capi di Governo devono essere assunte all'unanimità. Il membro che si astiene non è vincolato alla deliberazione assunta dagli altri membri.

IV. Presidente e Ufficio di Presidenza

1. La Presidenza della Comunità di Lavoro viene assunta dal Capo di Governo di un paese membro (Presidente di Arge Alp). I paesi membri si alternano alla Presidenza ogni anno seguendo in linea di principio l’ordine alfabetico.

2. Il Presidente rappresenta la Comunità verso l'esterno. Egli ha il compito di convocare e presiedere la Conferenza dei Capi di Governo.

3. Il Presidente in carica, i Presidenti del turno precedente e di quello successivo (Vicepresidenti di Arge Alp) formano l’Ufficio di Presidenza della Comunità. La composizione dell’Ufficio di Presidenza dovrà essere tale che in esso siano rappresentate due Regioni appartenenti a due Stati UE e una Regione appartenente ad uno Stato non UE. L’Ufficio di Presidenza ha il compito di garantire che l’attività della Comunità sia continua e conforme agli obiettivi e alle esigenze attuali e legata a settori di comune interesse.

4. L’Ufficio di Presidenza si riunisce almeno una volta all’anno. Le deliberazioni dovranno essere adottate all’unanimità.

V. Comitato Direttivo

1. Il Comitato Direttivo è composto dai dirigenti generali dei paesi membri o da rappresentanti da essi designati e dal responsabile della Segreteria. Presidente del Comitato Direttivo è il Presidente della Comunità di Lavoro o un rappresentante da esso designato.

2. E’ compito del Comitato Direttivo preparare la Conferenza dei Capi di Governo e attuare le deliberazioni assunte. Il Comitato Direttivo si occupa di questioni di principio riguardanti i contenuti, l'organizzazione, il finanziamento e il coordinamento dell'attività della Comunità di Lavoro, con particolare riguardo all’attività del Gruppi di progetto, al project controlling e al coinvolgimento delle strutture regionali responsabili della comunicazione e dei rapporti comunitari. Il Comitato Direttivo ha inoltre il compito di assicurare, anche con l’ausilio degli uffici regionali di rappresentanza a Bruxelles e nelle rispettive capitali, un'efficace rappresentanza degli interessi delle regioni alpine nei confronti dei rispettivi governi centrali e federali e degli organismi interregionali e internazionali.

3. Ogni membro ha diritto ad un voto. Per le deliberazioni del Comitato Direttivo è richiesta l'unanimità. Il membro che si astiene non è vincolato alle deliberazioni assunte dagli altri membri.

4. Alle riunioni del Comitato Direttivo possono essere chiamati a partecipare rappresentanti dei Gruppi di Progetto.

VI. Gruppi di progetto

1. Per l’attuazione del programma di lavoro, la Conferenza dei Capi di Governo o l’Ufficio di Presidenza, a seconda dell’indicazione dei membri, istituiscono i necessari Gruppi di Progetto, la cui responsabilità politica sarà affidata ad un membro di Governo .

2. Possono partecipare ai Gruppi di Progetto anche esperti esterni che saranno designati dal Comitato Direttivo sulla base delle specifiche caratteristiche di ciascun progetto.

3. I Gruppi di Progetto redigono una relazione annuale con la quale illustrano al Comitato Direttivo lo stato di avanzamento di ciascun progetto.

VII. Segreteria

La Segreteria della Comunità di Lavoro è istituita presso il Governo del Land Tirolo a Innsbruck. Essa assiste gli organi della Comunità di Lavoro nell'adempimento dei loro compiti. In particolare la Segreteria si occupa dell'organizzazione delle riunioni del Comitato Direttivo, dell’Ufficio di Presidenza e della Conferenza dei Capi di Governo, dell'amministrazione finanziaria, della documentazione centrale e della trasmissione delle informazioni, e della collaborazione con le segreterie degli altri organismi interregionali e internazionali.

VIII. Assunzione dei costi

1. I costi di interpretariato e di traduzione, le spese di materiale e di trasferta della Segreteria, nonché i costi per altre attività necessarie all’attuazione del programma di lavoro della Comunità vengono ripartiti, sempreché la Conferenza dei Capi di Governo non disponga diversamente, tra i singoli membri in base al seguente parametro: 25% in parti uguali, 50% in base alla popolazione nei territori montani e il 25% in base alla superficie in territorio di montagna.

2. Le spese di viaggio e di personale sono a carico di ciascun membro per i partecipanti agli organi della Comunità dallo stesso inviato.

  • Geschäftsführung ARGE ALP
  • Amt der Tiroler Landesregierung
  • Tel: +43 (0)512 582304234
  • Web: http://www.arge-alp.org